Acquedotto Odescalchi, Bracciano

L’acquedotto Odescalchi nasce dalla Fiora e venne costruito per volere di Livio I Odescalchi tra la fine del XVII e l’inizio del XVIII secolo su progetto di Carlo Buratti per rifornire Bracciano e favorire l’industria del posto utilizzando l’acqua come forza meccanica per una cartiera, molini, sei ferriere ed anche per rifornire fontane. Per la messa in opera vennero sfruttati bottini di presa e condotti fabbricati in precedenza.

Raggiunta la sesta ferriera, l’acquedotto Odescalchi si congiunge con l’acquedotto delle cisterne che alimenta ancora il fontanile delle Donne.

Percorso dell'acquedotto Odescalchi.

Percorso dell’acquedotto Odescalchi.

In un documento custodito nell’Archivio Storico di Roma, fondo Odescalchi (ASO VIIG10), probabilmente del XVIII secolo, troviamo un’interessante descrizione dell’opera compiuta da Livio I Odescalchi:

[…] In distanza di 5 miglia da Bracc.no, visitando il med.mo Prpe Odescalchi il nuovo acquisto di questo suo Ducato, osservò tra alcuni pezzi di condotto in piano lungi la Chiesa della Madonna della Fiora scorrere un’acqua limpidiss.ma e copiosa, comunem.te chiamata della Fiora, rispetto forse al detto romitorio, rinvenne essere qti li scoli addunati delle Terme Claudiane, o Aureliane del predetto Pusilipo già nomati condotti Alseatini, terminando ad Also superba città, le cui gran rovine vegonsi ancora à Palo, Signoria parim.te di S. Also, quali condotti provvedevano di quest’acqua dolce quel famoso porto di Also, trovandosi altri segni di ciò per la campagna di Bracc.no, Ceri, à Palo. Per rimettere à beneficio pubblico della sua Ducale la copia di quest’acque in opera perché nei secoli venturi più non si perdessero, con vasta idea, emula degli acquedotti antichi di Roma, fece S. Alt. scavare più monti fino in profondità, et altezza di 162 palmi, p livello delle acque dilatando ed alzando il condotto in un arco continuo, sotto cui camina facilmente un uomo per osservare al didentro, se mai in alcun tempo slamasse, e facilmente restaurarlo, traforando in detta profondità p lunghezza di 220 canne (rimase) sotterraneam.te la viva pietra, a forza di scalpello, e per le nove sorgenti nelle viscere dei monti sbocate fece superare ogni più ostinata difficoltà da uomini vestiti di tela incerata, in tal guisa riducendo l’acquedotto a perfezione delle sue origini per 2500 passi, sino all’imboccatura di una valle fra due monti chiamata per la sua profondità e figura Bocca di Lupo. Per continuare il corso di […]

L’acquedotto correva per circa 7 km, in alcuni tratti era sottoterra, in altri, invece, il condotto era a vista. Ancora oggi è in parte visibile e si notano anche le rotture dovute alla mancata manutenzione e alla distruzione volontaria per mano dell’uomo. Il punto più maestoso lo possiamo ammirare in località Boccalupo nel fosso di Grotte Renara con tre ordini di arcate. È visibile un tratto che scavalca la via Santa Lucia, un altro tratto corre lungo via Principe di Napoli addossato alle cartiere ed infine in via della catena.

La comunità di Bracciano contribuì all’opera (ASO IF4)…

Per il Duca di Bracciano dai Priori di Bracciano
Li Priori di Bracciano vassalli, et Ori Umil.mi: dell’A.V.S. la rappresentano diuotam.te, come riflettendo loro al beneficio, che sarà per risultare à tutto il paese con la trasportatione dell’acqua, da che ne nascerà un’utile ben grande à tutti, e sapendo la gravità della spesa, alla quale per il sud-o effetto soggiace l’A.V.S., tanto oni ori, come l’altri consiglieri, e publici rappresentanti fecero conseglio sotto li 17: del corrente mese di aprile, e fù venuto à pieni voti, et nemine divrepante all’infrascritta risoluzione; è perche quella là bisogno della conferma di V.A.S. La supplicano perciò li med.mi ori à volersi degnare di concederla, perchè con la sollecita venuta di d.a acqua, possino loro godere l’effetto della sua alta clemenza. quam Deus.

Stemma della Comunità di Bracciano

Stemma della Comunità di Bracciano, 1702.

Fù anche proposto in consiglio, che il ser.mo Sig. Duca habbia intrapresa una grandissima spesa nel far condurre l’acqua in questo nostro luogo di Bracciano per pubblico, e privato beneficio, è perciò che sia dovere di concorrere con qualche sollievo, e somministrazione di denaro ad effetto, che resti pertettionata la sud.a opera così necessaria, e di tant’utile, à questo paese, e concordimente dissero doverso la sud.a proposta accettare, con concorrere, à dare il sud.o aiuto à S.A.Prona, tanto più che il denaro da somministrarsi doverà direttamente pagarsi all’artisti, con ordini da sottoscriversi dalli SS.ri Priori prò temoirem soerandosi, che l’intratta somma da stabilirsi sarà gradita da I.A.S., e che riconoscerà da questo atto la gratitudine, che li si deve per la total perfettione d’un’opera di tanto rilievo, e conseguenza; si è dunquerisoluto, che pagante tutte le spese necessarie dovute dalla comm.tà, e specialmente le rubbie venti di grano preso, con altre dieci da pigliarrene, la sestante somma de denari, che rimarrà de sopravanzi maturati sino al (…)nte giorno, resti assegnata per il sud.o effetto, e pagata come sopra. In oltre si è risoluto, che resti esatta una distribuzione da farsi per gradi, tanto de fuocli, e case esistenti in Bracciano, come alli Pisciarelli, et altre case del territorio di Bracciano, e d.a costruzione doverà consistere nella somma in tutto di scudi duemila, e cinquecento, non compresi in essa li sud.i sopravanzi, da doversi esigere la sud.a somma entro lo spazio di due anni da loggi prossimi: e perche la sud.a esattione possa riunire con maggior facilità, e con minor commodo di chi doverà concorrere al sud.o pagamento, fù resoluto che ti dovessero eleggere tre deputati, come furono per il sud.o effetto eletti li SS.ri Cap.no Gio: Simone Baccioni, Fran.co Gentili, et Antonio Apulia, con le facoltà necessarie, et opportune, e con la dichiarazione espressa, che li sud.i tre deputati non siano esenti di dover contribuire anche loro alla d.a costituzione da farsi, come che non possino pretendere per le loro fatiche regnizione alcuna. In oltre fu risoluto ancora, che quando li med.mi troveranno famiglie, che non possino concorre à d.a contribuzione con denari contanti, labbiano l’arbitrio di prenderli à lavorare nella sud.a opera, con riportare li Bollettini dalli Mri circa l’opera, che havranno somministrate, e che possano ancora in luogo de denari da tali, e quali persone bisognose pigliarne grascie per servizio de lavoranti, e Mri con riporterne li loro ricapiti; e perche la sud.a risoluzione riguarda non solo l’assegna dell’entrata communitativa mà ancora una contribuzione di denari, il che non puol’esser permesso di fare alli sud-i Sonsiglieri senza l’approvatione, e licenza espresa di S.A.S., per ciò fù detto, che li d.i SS.riPriori scrivano all’A.S.Ser.ma l’approvazione di tutto il sud.o atto; e che di più l’esprimino, che il presente cons.o n’è mosso à fare la presente dimostrazione per palesare all’A.S.Ser.ma la gratitudine, che li professano per il gran beneficio, che sarà per farli con la conduttura della sud.a acqua, e dovranno ancora li sud.i SS.ri Priori mandar copia à S.A.Ser.ma: della presente risoluzione pigliata à pieni voti, et nemine divrepante; e finalmente fù data anche la facoltà alli sud.i deputati di far la disribuzione de gradi havendo riguardo all’havere de tutti, e doveranno prevedere per es, et libram. Replicandosi, che tanto li sud.i avanzi, come la sud.a contribuzione di scudi duemilà, e cinquecento doverà seguire per una sol volta, acorche per esigere la sud.a somma di s 2500 = sia stato prefisso il termine d’anni due.
Francesco Pensili Priore
Francesco Sala Priore

Approviamo la retroscritta resoluzione fatta dal nro generale consiglio di Bracciano, e vogliamo, che la medesima habbia la dovuta esecuzone, per maggiormente effettuare la conduttura dell’acqua in detto luogo, ogni qualvolta però dalli nostri Priori, à cautela, et quatena(…)

Dal Duca di Bracciano Livio I Odescalchi per i Priori di Bracciano

Stemma Odescalchi

Stemma Odescalchi, 1702.

Confermiamo, et approviamo la retroscritta resoluz.e fatta dal nro Gnle cosniglio di Bracciano, e permettiamo la dovuta esecuzione di quanto vi è na li contiene per
Roma questo dì 22 aple 1702.
Livio Odescalchi

 

 

 

 

…continua

Per saperne di più: E. Mariani (a cura di), L’acquedotto Odescalchi di Bracciano, Centro Ricerche e Studi di Ronciglione, 2003.

Acquedotto Odescalchi

Acquedotto Odescalchi, gli Archi di Boccalupo, direzione Fiora.

Acquedotto Odescalchi

Acquedotto Odescalchi, gli Archi di Boccalupo, direzione Bracciano.

 

 

 

 

Acquedotto Odescalchi

Acquedotto Odescalchi, gli Archi di Boccalupo.

Acquedotto Odescalchi

Acquedotto Odescalchi, gli Archi di Boccalupo.

Acquedotto Odescalchi

Acquedotto Odescalchi, gli Archi di Boccalupo.

Acquedotto Odescalchi

Acquedotto Odescalchi, gli Archi di Boccalupo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Acquedotto Odescalchi

Acquedotto Odescalchi, via Santa Lucia.

 

 

 

 

 

 

 

Acquedotto Odescalchi

Acquedotto Odescalchi, via Santa Lucia.

 

 

 

 

Acquedotto Odescalchi
Acquedotto Odescalchi, bottino, via Santa Lucia.
Acquedotto Odescalchi

Acquedotto Odescalchi, via Principe di Napoli. Tratto addossato alle Cartiere Cinquecentesche.

Acquedotto Odescalchi

Acquedotto Odescalchi, via Principe di Napoli. Tratto addossato alle Cartiere Cinquecentesche.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Acquedotto Odescalchi

Acquedotto Odescalchi, interno condotto, via Principe di Napoli.

Acquedotto Odescalchi, interno condotto, via della catena, sesta ferriera.

Acquedotto Odescalchi, interno condotto, via della catena, sesta ferriera.

Acquedotto Odescalchi, via della catena, sesta ferriera.

Acquedotto Odescalchi, via della catena, sesta ferriera.

Acquedotto Odescalchi, via della catena, sesta ferriera.

Acquedotto Odescalchi, via della catena, sesta ferriera.

Acquedotto Odescalchi, via della catena, sesta ferriera.

Acquedotto Odescalchi, via della catena, sesta ferriera.

Acquedotto Odescalchi

Sesta ferriera, congiunzione tra l’acquedotto Odescalchi con l’acquedotto delle cisterne.

Mappa acquedotto Odescalchi

Mappa acquedotto Odescalchi a partire dal bottino di via Principe di Napoli fino alla sesta ferriera ed edifici fatti costruire da Baldassarre Odescalchi dal 1719 al 1727. Cusodita nel Museo Civico di Bracciano.

Bracciano, dipinto su carta telata, G. Piaggese 1752, particolare.

Bracciano, dipinto su carta telata, G. Piaggese 1752, particolare.

Nuove ricerche di Lago Sabatino e del Gruppo Speleo Archeologico Vespertilio

Acquedotto Odescalchi, interno.

Acquedotto Odescalchi, interno.

Acquedotto Odescalchi, interno.

Acquedotto Odescalchi, interno.

Acquedotto Odescalchi, interno.

Acquedotto Odescalchi, interno.

Acquedotto Odescalchi, interno.

Acquedotto Odescalchi, interno.

 

Autrice: Elena Felluca

ultima modifica: 17 maggio 2015

Riproduzione vietata senza il consenso dell’Autrice.
È permesso citare l’articolo come sitografia indicando il nome dell’autrice, il titolo dell’articolo, l’indirizzo internet e la data indicata nel testo che si riferisce alla lettura dell’utente.